CIG Documento Programmatico

Documento strategico del Comitato di Indirizzo e Garanzia di ACCREDIA (2009-2012)



Il Comitato di Indirizzo e Garanzia è l'organo cui spetta il compito di esprimere il contributo dei soci di ACCREDIA, nonché le proposte di altri soggetti eventualmente interessati alle attività di accreditamento, alla formulazione degli indirizzi operativi ed al buon funzionamento dell'Ente di Accreditamento, onde assicurare la competenza, la trasparenza e l'imparzialità del suo operato, così come prescritto dalla normativa applicabile.

Il servizio di accreditamento si basa su criteri di eccellenza competenza tecnica, rigore procedurale, indipendenza, imparzialità, integrità morale, efficienza gestionale ed efficacia operativa.

 

I principi che devono guidare l'attività dell'Ente:

 

Imparzialità
Tra gli oltre 60 Soci di ACCREDIA sono rappresentati in maniera equilibrata i principali Soggetti istituzionali, scientifici e tecnici, economici e sociali che hanno interesse diretto e indiretto nelle attività di accreditamento e certificazione.

Indipendenza
L'accreditamento viene rilasciato assicurandosi che nessun particolarismo infici il processo di valutazione della conformità. Anche nella costituzione dei team di verifica si valuta attentamente l'indipendenza degli auditor. La solidità finanziaria dell'ente, insieme ad un sistema di tariffe che evita di dipendere eccessivamente da singoli settori di attività, rappresentano un indubbio elemento di garanzia.

Competenza
I funzionari tecnici e gli ispettori ACCREDIA seguono adeguati percorsi di selezione, formazione professionale e di aggiornamento per garantire sempre l'alto livello delle prestazioni ispettive, anche attraverso il mantenimento e il miglioramento della propria qualificazione.

Trasparenza
Le regole di ACCREDIA, conformi alle norme e guide internazionali applicabili, sono continuamente perfezionate e messe a punto, tramite meccanismi basati sul consenso, attraverso appositi Gruppi di Lavoro a cui possono partecipare tutti i Soggetti interessati, nel rispetto del ruolo degli enti di normazione. L'appartenenza al sistema di mutuo riconoscimento internazionale è un punto di forza da valorizzare.

Integrità
Le attività di verifica sono improntate alla massima aderenza ai principi dell'etica e della deontologia professionale e condotte secondo procedure condivise e validate, che consentono di ridurre le ambiguità interpretative dei requisiti delle norme. A ciò si dedicano i diversi organi di controllo, incluso l'Organismo di Vigilanza per la prevenzione dei reati (D. Lgs. N. 2321/2001).

Attenzione al mercato
L'Ente è impegnato nello studio e nello sviluppo di nuovi schemi di accreditamento e nella redazione e revisione di linee guida per la valutazione uniforme delle norme di riferimento, per venire incontro alle crescenti e diversificate esigenze del contesto socio-economico del Paese.


Sulla base di questi principi e prendendo a riferimento elementi di indirizzo e controllo legati alla Credibilità ed Affidabilità ed elementi legati alla Comunicazione, Informazione e Formazione, il CIG vuole costruire le linee di indirizzo dell'ente. Queste, si svilupperanno in coincidenza con l'attuale mandato degli organi (2009-12) e saranno verificatei con cadenza annuale, in coincidenza con la relazione sull'attività dell'ente, prevista dallo statuto.