News

»  home  »  archivio notizie  »  GAS FLUORURATI

GAS FLUORURATI

Nuovi accreditamenti ed estensioni dell'accreditamento per gli organismi di certificazione del personale e di prodotto/servizio che operano nel settore dei gas fluorurati a effetto serra ai sensi del DPR 43/2012.



Il Comitato Settoriale di Accreditamento Ambiente del 14 dicembre 2012 ha deliberato nuovi accreditamenti ed estensioni degli accreditamenti di organismi di certificazione operanti nel settore dei gas fluorurati.

 
 

Situazione degli accreditamenti

Gli organismi di certificazione:

  • APAVE Italia CPM Srl
  • BUREAU VERITAS Italia Spa
  • ICMQ Spa
  • ICIM Spa
  • IMQ Spa
  • Istituto di Ricerche e Collaudi M. Masini Srl
  • RINA SERVICES Spa
  • TUV ITALIA Srl

sono accreditati per il rilascio delle certificazioni al personale addetto a svolgere attività su taluni gas fluorurati ad effetto serra:

- Addetto a svolgere attività su apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d'aria e pompe di calore contenenti taluni gas fluorurati ad effetto serra (Regolamento (CE) n. 303/2008);
- Addetto a svolgere attività su impianti fissi di protezione antincendio ed estintori contenenti taluni gas fluorurati ad effetto serra (Regolamento (CE) n. 304/2008);
- Addetto al recupero di taluni gas fluorurati ad effetto serra da commutatori ad alta tensione (Regolamento (CE) n. 305/2008);
- Addetto al recupero di taluni solventi a base di gas fluorurati ad effetto serra dalle apparecchiature che li contengono (Regolamento (CE) n. 306/2008),

ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica 27 gennaio 2012, n. 43 (Regolamento recante attuazione del regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra) e del Regolamento Tecnico ACCREDIA RT-28 (Prescrizioni per l'accreditamento di Organismi operanti le certificazioni delle persone addette alle attività di cui ai Regolamenti (CE) n. 303/2008, n. 304/2008, n. 305/2008 e n. 306/2008).

 
 

Gli organismi di certificazione:

  • BUREAU VERITAS ITALIA Spa
  • ICMQ Spa
  • ICIM Spa
  • IMQ Spa
  • NEXOS Srl
  • RINA SERVICES Spa


sono accreditati per il rilascio delle certificazione di prodotto/servizio delle imprese autorizzate a svolgere attività su taluni di:


- installazione, manutenzione o riparazione di apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d'aria e pompe di calore contenenti taluni gas fluorurati ad effetto serra (Regolamento CE 303/2008);
- installazione, manutenzione o riparazione di impianti fissi di protezione antincendio e di estintori contenenti taluni gas fluorurati ad effetto serra (Regolamento CE 304/2008);

ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica 27 Gennaio 2012, n. 43 (Regolamento recante attuazione del Regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra) e del Regolamento Tecnico ACCREDIA RT-29 (Prescrizioni per l'accreditamento di Organismi operanti le certificazioni dei servizi di cui ai Reg. CE 303/2008, 304/2008).


 

Gli organismi di certificazione:

  • BUREAU VERITAS Italia Spa
  • DET NORSKE VERITAS ITALIA Srl

sono accreditati per il rilascio delle certificazioni di prodotto/servizio degli Istituti di attestazione che erogano di erogazione di corsi di formazione per personale addetto al recupero di determinati gas fluorurati ad effetto serra dagli impianti di condizionamento d'aria dei veicoli a motore in conformità al Regolamento (CE) 307/2008 ai sensi:

- del Decreto del Presidente della Repubblica del 27 gennaio 2012, n. 43 Regolamento recante attuazione del regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra
- del Regolamento Tecnico ACCREDIA RT-30 Prescrizioni per l'accreditamento di Organismi operanti le certificazioni del servizio di erogazione di corsi di formazione per personale addetto al recupero di determinati gas fluorurati ad effetto serra dagli impianti di condizionamento d'aria dei veicoli a motore in conformità al Regolamento (CE) 307/2008.

 

 

Disciplina dell'accreditamento
 

I Regolamenti Tecnici ACCREDIA RT-28, RT-29 e RT-30 disciplinano l'accreditamento degli organismi di certificazione del personale e di prodotto/servizio (imprese e organismi di attestazione) in conformità al Regolamento CE n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra.

Il 27 gennaio 2012 è stato emanato il Decreto del Presidente della Repubblica n. 43 che disciplina le procedure di designazione degli organismi di certificazione del personale, delle imprese e degli organismi di attestazione delle persone che svolgono attività di controllo delle perdite, di recupero, di manutenzione e di installazione dei gas fluorurati applicati su impianti come frigoriferi, condizionatori d'aria, pompe di calore e impianti antincendio, dando attuazione al Regolamento comunitario n. 842 del 2006 che ha l'obiettivo di ridurre le emissioni di gas fluorurati ad effetto serra contemplati dal protocollo di Kyoto.

L'accreditamento di tutti gli organismi di certificazione interessati avviene in conformità ai requisiti fissati dalle norme e dai regolamenti ACCREDIA.

 

  • I requisiti generali applicabili per l'accreditamento di tutti gli organismi interessati sono fissati dal documento:

RG-01
Regolamento per l'accreditamento degli Organismi di Certificazione

Condizione perché un organismo di certificazione possa essere accreditato è che sia conforme ai requisiti applicabili e definiti nel Regolamento, nelle norme e nei documenti di riferimento riportati nel documento ACCREDIA LS-02 e mantenga costantemente un comportamento ispirato a correttezza, trasparenza e collaborazione con ACCREDIA e che al momento della Verifica iniziale presso la sede dell'organismo di certificazione sia operativo.
 


  • I requisiti specifici applicabili per l'accreditamento degli organismi di certificazione del personale  sono fissati dai documenti:


Norma ISO/IEC 17024

La norma è stata elaborata come quadro di riferimento accettato a livello internazionale per le organizzazioni che certificano le persone. La funzione dell'organismo di certificazione di persone consiste nell'effettuare esami che utilizzino criteri oggettivi per valutare la competenza e per attribuire i punteggi.
La norma internazionale è utilizzata come documento contenente criteri per l'accreditamento.
 

RT-28
Regolamento Tecnico ACCREDIA "Prescrizioni per l'accreditamento di Organismi operanti le certificazioni delle persone addette alle attività di cui ai Regolamenti (CE) n. 303/2008, n. 304/2008, n. 305/2008 e n. 306/2008"


Il Regolamento prevede che l'organismo di certificazione abbia una struttura che comprenda un organismo di valutazione, che deve operare sotto il controllo dell'organismo di certificazione stesso e:
- disporre delle risorse ed esperienze necessarie a gestire gli esami in ambienti idonei;
- preparare e sovrintendere agli esami sotto la responsabilità di commissari ed assistenti autorizzati dall'organismo di certificazione,
- gli esaminatori devono essere indipendenti da qualsiasi interesse particolare predominante;
- applicare un sistema di gestione documentato, approvato dall'organismo di certificazione;

e un organo deliberante (vedi RG-01 par. 2.2.1.5 Funzione tecnica di delibera delle certificazioni).

Inoltre prevede che l'organismo di certificazione debba fornire informazioni dettagliate del processo di certificazione (Domanda di certificazione, Valutazione, Decisione sulla certificazione, Sorveglianza, Rinnovo e Uso dei certificati e dei loghi/marchi) e relative al Tariffario, che deve essere trasmesso dall'organismo di certificazione, unitamente al certificato di accreditamento, al MATTM, ai sensi dell'articolo 5, comma 1, del DPR.



  • I requisiti specifici applicabili per gli organismi di certificazione del servizio erogato dalle imprese sono fissati dai documenti:


Norma EN 45011

La norma contiene requisiti per la competenza, il funzionamento e l'imparzialità degli organismi di certificazione di prodotti, processi e servizi.

RT-29
Regolamento Tecnico ACCREDIA "Prescrizioni per l'accreditamento di Organismi operanti le certificazioni dei servizi di installazione, manutenzione o riparazione di apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d'aria e pompe di calore contenenti taluni gas fluorurati ad effetto serra, in base alle disposizioni del Regolamento (CE) n. 303/2008 e installazione, manutenzione o riparazione di impianti fissi di protezione antincendio e di estintori contenenti taluni gas fluorurati ad effetto serra, in base alle disposizioni del Regolamento (CE) n. 304/2008"


Il Regolamento prevede che unitamente alle informazioni sullo specifico schema di certificazione, l'organismo deve fornire alle imprese dettagli sulla predisposizione del piano della qualità (PdQ) di cui al DPR relativamente al servizio che intendono sottoporre a certificazione.
Inoltre deve essere garantito che l'impresa impieghi personale certificato, per le attività che richiedono una certificazione in numero sufficiente da coprire il volume d'attività previsto. A tal fine l'impresa deve indicare i nominativi e il numero del personale impiegato. l'impresa deve dimostrare che il personale impegnato nelle attività per cui è richiesta la certificazione abbia a disposizione gli strumenti e le procedure necessari per svolgerle.
Anche in questo caso l'organismo di certificazione deve disporre di un organo deliberante (vedi RG-01 par. 2.2.1.5 Funzione tecnica di delibera delle certificazioni).



  • I requisiti specifici applicabili per gli organismi di certificazione del servizio erogato dagli organismi di attestazione sono fissati dai documenti:


Norma EN 45011

La norma contiene requisiti per la competenza, il funzionamento e l'imparzialità degli organismi di certificazione di prodotti, processi e servizi.

RT-30
Regolamento Tecnico ACCREDIA - Prescrizioni per l'accreditamento di Organismi operanti le certificazioni del servizio di erogazione di corsi di formazione per personale addetto al recupero di determinati gas fluorurati ad effetto serra dagli impianti di condizionamento d'aria dei veicoli a motore in conformità al Regolamento (CE) 307/2008.

L'organismo di certificazione deve definire uno schema per la certificazione che preveda la predisposizione da parte dell'organismo di attestazione di un documento (progettazione del corso) che, per quanto attiene alle competenze e conoscenze che devono essere contemplate nei programmi di formazione, consideri i requisiti specificatamente riportati nell'allegato del RT stesso. Inoltre deve mantenere un registro degli organismi di attestazione certificati. Il registro deve essere conservato almeno per 5 anni. L'organismo di certificazione deve accertarsi che l'organismo di attestazione rilasci un attestato alle persone che hanno completato il corso di formazione. l'organismo di attestazione certificato deve comunicare, entro 10 giorni dal rilascio dell'attestato, i nominativi delle persone che lo hanno ottenuto. Entro i successivi 10 giorni, l'organismo di certificazione dovrà inserire per via telematica le informazioni ricevute dagli organismi di attestazione.
 
 

Importante:

Gli Organismi di Certificazione devono fornire informazioni dettagliate del processo di certificazione (Domanda di certificazione, Valutazione, Decisione sulla certificazione, Sorveglianza, Rinnovo e Uso dei certificati e dei loghi/marchi).

Tutte le certificazioni devono essere emesse da un organo deliberante (vedi RG-01 par. 2.2.1.5 Funzione tecnica di delibera delle certificazioni).

Per i Regolamenti RT-28 e RT-29, gli organismi di certificazione devono condurre la prima sessione d'esame/verifica ispettiva in presenza di ACCREDIA; per poter poi emettere le successive certificazioni, devono tramettere tariffario e certificato di accreditamento  al Ministero dell'Ambiente, per il loro riconoscimento.

 

 

 

Documenti

 
 
 stampa    segnala la pagina