News

»  home  »  archivio notizie  »  Relazione annuale 2015

Relazione annuale 2015

Trend positivo per l’intero sistema nazionale delle valutazioni di conformità, che riguarda le certificazioni, le ispezioni, le prove e le tarature.



E' stata presentata nel corso dell'Assemblea dei Soci di ACCREDIA del 12 maggio scorso la Relazione sull'attività svolta dall'Ente nel 2015.

Dalle certificazioni alle ispezioni, dalle prove di laboratorio alle tarature degli strumenti di misura, fino alle nuove attestazioni rappresentate dalle verifiche ambientali, tutti gli indicatori quantitativi hanno registrato, anche nell'anno trascorso, una tendenza positiva, a dimostrazione del buon funzionamento del sistema.

"Un sistema - ha affermato il Presidente Giuseppe Rossi durante la presentazione - che vede crescere la fiducia delle imprese, che anche nei momenti di crisi hanno deciso di investire nella certificazione accreditata per migliorare la propria competitività, dei consumatori, sempre più consapevoli che dietro il bollino c'è un mondo di controlli a tutela della loro sicurezza, e delle Istituzioni, che decidono di avvalersi sempre più delle verifiche condotte da ACCREDIA con competenza, indipendenza e imparzialità, per garantire la circolazione sul mercato di prodotti e servizi sicuri e di qualità".

Per il decimo anno consecutivo, è cresciuto il numero degli accreditamenti rilasciati a Laboratori e Organismi, passando da 1.794 a 1.869, con un incremento del 4% rispetto al 2014.

Analogamente, le giornate di verifica svolte dagli ispettori ACCREDIA sono cresciute del 5% sul 2014 e del 9% nel triennio 2013-2015 raggiungendo il numero di 13.378.

Tra gli accreditamenti, 1.135 riguardano i Laboratori di prova, anche per la sicurezza degli alimenti, in crescita del 2% sul 2014, con 5 milioni di prove, di cui 3,5 su prodotti alimentari; 558 sono relativi agli Organismi di certificazione e ispezione, in crescita del 9% sul 2014 e del 23% sul 2013; e 172 i Laboratori di taratura, 3% in più sul 2013.

Gli accreditamenti per la certificazione di prodotti e servizi - compresi gli Organismi notificati per il rilascio della marcatura CE secondo le Direttive europee e gli Organismi di controllo dell'agroalimentare (prodotti biologici, DOP, IGP, STG e vini) - sono passati a 195, in aumento del 14% sul 2014.
 
Il numero delle organizzazioni e delle aziende certificate per i sistemi di gestione - per la qualità, l'ambiente, l'energia, la salute e la sicurezza sul lavoro, la sicurezza alimentare e delle informazioni - ha superato le 85.000 unità nel 2015.

Le certificazioni più diffuse rimangono quelle dei sistemi di gestione per la qualità ai sensi della norma UNI EN ISO 9001, con circa 123.000 siti certificati, seguite da quelle dei sistemi di gestione ambientale secondo lo standard UNI EN ISO 14001 (più di 20.000 siti, in crescita di oltre il 2%) e da quelle per la salute e sicurezza sul lavoro a norma OHSAS 18001 (oltre 13.000 siti, in aumento del 6% circa).

Per quanto riguarda i settori merceologici, il maggior numero di siti certificati (quasi 26.000) si registra nell'edilizia. Sopra i 10.000 siti certificati si collocano poi le certificazioni di servizi vari per il cittadino, il comparto della metallurgia e quello del commercio.

Nel 2015 sono cresciuti anche gli accreditamenti per la certificazione del personale: 37 organismi (+28% su 2014) che hanno certificato oltre 170.000 professionisti.

Di circa un miliardo di euro è stato il valore economico generato nel 2014 dalle attività accreditate degli Organismi di certificazione e ispezione e dei Laboratori di prova e taratura.
 

 

 

La Relazione annuale ACCREDIA 2015 è pubblicata in allegato e nella sezione del sito ACCREDIA Pubblicazioni - Relazioni annuali.

 

 

Documenti