News

»  home  »  archivio notizie  »  03.09.2012 Avvalimento - Determinazione dell'Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture

03.09.2012 Avvalimento - Determinazione dell'Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture



L'Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori ha chiarito con la DETERMINAZIONE n. 2 del 1° agosto 2012 quali siano i limiti dell'applicazione dell'avvalimento per le certificazioni di qualità ISO 9001.

In particolare, viene riconosciuto il fatto che la certificazione costituisce il traguardo di un percorso che vede impegnata l'intera struttura aziendale; ne deriva che proprio l'intima correlazione tra l'ottimale gestione dell'impresa, nel suo complesso, ed il riconoscimento della qualità rende la certificazione ISO 9001 un requisito caratterizzato da un'implicita soggettività e, come tale, non cedibile ad altre organizzazioni, se disgiunta dall'intero complesso aziendale in capo al quale è stato riconosciuto il sistema di qualità stesso.

Questa considerazione, particolarmente apprezzabile per l'autorevolezza della fonte, contribuisce ad attribuire valore allo strumento della certificazione.

Nel merito, il Codice Appalti (D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163), come anche la normativa comunitaria, circoscrive l'applicabilità dell'avvalimento ai soli requisiti oggettivi, quali quelli di carattere economico-finanziario e tecnico-organizzativo (artt. 41 e 42 del Codice Appalti) ovvero alla certificazione SOA, e non certo ai requisiti di ordine generale, tradizionalmente definiti di ordine pubblico o di moralità.

La certificazione di qualità ISO 9001, richiamata all'art. 43 del D.Lgs. n. 163/06 (e di conseguenza anche la certificazione ambientale ISO 14001, descritta all'art. 44 sempre dello stesso Codice, e la certificazione sicurezza OHSAS 18001 ormai frequentemente richiesta nei bandi di gara), non rientra quindi all'interno dei requisiti oggettivi di carattere economico-finanziario e tecnico-organizzativo che possono essere oggetto di avvalimento.

La certificazione ISO 9001 non è una certificazione di prodotto, ma di "sistema". Non viene in altri termini garantito che il prodotto realizzato o il servizio/la lavorazione resi siano conformi ad uno specifico standard, ma viene invece assicurato che il processo produttivo operato dall'organizzazione rispetti dei principi di corretta gestione e controllo di processo. Ciò permette di assimilare la certificazione di qualità ad un requisito soggettivo in quanto attinente ad uno specifico "status" dell'imprenditore. Analogamente, con riferimento rispettivamente ad ambiente e sicurezza, sono con ogni evidenza certificazioni di sistema la ISO 14001 e la OHSAS 18001.

Infine, per quanto riguarda il settore dei Lavori Pubblici, un'impresa del tutto sprovvista dell'attestazione SOA può fare ricorso all'attestazione SOA di un operatore economico terzo. In considerazione però del "divieto di utilizzo frazionato per il concorrente dei singoli requisiti economico-finanziari e tecnico-organizzativi" (art. 49 del Codice Appalti) una organizzazione potrà servirsi dell'attestato SOA di una diversa azienda, solo nel caso in cui questa soddisfi di per sé tutti i requisiti previsti per l'attestazione SOA. In altri termini, l'organizzazione ausiliata si avvarrà non del solo certificato ISO 9001 di una società estranea, ma della collaborazione dell'impresa ausiliaria per ciascuna categoria di qualificazione. Non è quindi la semplice cessione di un certificato, ma un rapporto che può concretizzarsi nel subappalto. L'avvalimento incontra, quindi, dei limiti oggettivi, nel senso che, pur consentendo all'impresa principale di ricorrere per i requisiti mancanti ad un'impresa ausiliaria, non permette che quest'ultima sia a sua volta carente, neppure parzialmente, dei suddetti requisiti. Altrimenti, la stazione appaltante non disporrebbe di alcun soggetto integralmente qualificato per eseguire la prestazione. L'AVCP ritiene quindi che l'art. 49 vada interpretato nel senso che lo stesso non consente l'avvalimento della certificazione di qualità, tranne nell'ipotesi in cui la stessa sia compresa nella attestazione SOA.