Accredia / Rassegna stampa / Una spinta al bollino blu di qualità

Una spinta al bollino blu di qualità

Pubblicazione

Data di pubblicazione
11 dic 2022
Fonte della pubblicazione
Descrizione

Sempre di più le imprese coinvolte a un anno dall’avvio della certificazione di genere.
Una crescita esponenziale per la certificazione sulla parità di genere, aiutata anche dagli incentivi. Ad oggi infatti sono più di 100 le aziende italiane certificate in meno di un anno dalla nascita dell’attestazione sancita dalla legge 162/2021. Ed entro fine 2023 si dovrebbe superare la quota di 160 imprese, almeno secondo quanto dichiarato dal ministro per la famiglia Eugenia Maria Roccella. Un trend seguito anche dagli organismi di certificazione, che a luglio erano 3 e invece oggi sono 15 e che continuano ad aumentare giorno per giorno.
I parametri per ottenere questa certificazione sono inseriti nella Prassi UNI/PdR 125:2021. Le aziende che vogliono certificarsi devono implementare quanto previsto dalla Prassi e poi rivolgersi a un organismo di certificazione (OdC) riconsociuto da Accredia, l’Ente italiano di accreditamento, che valuterà tutti gli elementi necessari e produrrà il punteggio finale necessario per il rilascio della certificazione.