Accredia / Storie di successo

Storie di successo

Protagonisti della salute e sicurezza

Il “Premio imprese per la Sicurezza” organizzato da Confindustria e Inail, con il supporto tecnico di Accredia e Apqi, contribuisce alla cultura della sicurezza sui luoghi di lavoro e premia ogni anno le imprese più virtuose.

Il Premio Imprese per la Sicurezza nasce dalla collaborazione di Confindustria, Inail, Accredia e dell’Associazione Premio Qualità Italia (Apqi), per promuovere la cultura della sicurezza sui luoghi di lavoro, con il coinvolgimento dell’intero sistema produttivo italiano.

Ė organizzato ogni anno per valorizzare le migliori pratiche nella gestione della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, premiando le organizzazioni, imprese produttrici di beni e servizi con sede in Italia, che hanno scelto la certificazione accreditata del sistema di gestione per rendere più efficaci le politiche di prevenzione. Il Premio si propone di sensibilizzare imprese e lavoratori sugli aspetti normativi, culturali, organizzativi e comportamentali della sicurezza in azienda.

Accredia, come partner tecnico, svolge un ruolo attivo nelle fasi di verifica e valutazione dei candidati al Premio, con il supporto dei propri ispettori e degli organismi accreditati per la certificazione dei sistemi di gestione della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro (SGSL) a norma UNI ISO 45001.

Alle aziende candidate viene chiesto di evidenziare, nell’ambito della salute e sicurezza:

  • le proprie competenze di Leadership;
  • la capacità di definire obiettivi, politiche e strategie;
  • la capacità di gestire in modo efficace le risorse umane e la loro crescita;
  • la capacità di creare delle partnership per l’efficace gestione dei fornitori, delle risorse finanziarie, degli obiettivi, delle tecnologie ed attrezzature e per lo sviluppo delle conoscenze e competenze;
  • la capacità di progettare i processi e le attività operative;
  • la capacità di dotarsi di metriche, in ottica di percezione e di misurazione delle prestazioni;
  • la capacità di ottenere miglioramenti di business, grazie alla crescita ottenuta nella gestione per la salute e sicurezza.

Impegno per la prevenzione

La campagna di sensibilizzazione dell'agenzia europea EU OSHA sui rischi legati alla presenza di sostanze pericolose negli ambienti di lavoro, per promuovere a tutti i livelli aziendali la gestione della salute e sicurezza.

La campagna “Salute e sicurezza negli ambienti di lavoro in presenza di sostanze pericolose” di EU-OSHA (Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro) e coordinata a livello nazionale dall’Inail, si propone di diffondere la consapevolezza dei rischi legati alle sostanze pericolose negli ambienti di lavoro e di promuovere la cultura della prevenzione, attraverso l’informazione e la condivisione delle best practice, tra cui la certificazione del sistema di gestione per la salute e sicurezza.

L’iniziativa intende affrontare a livello europeo il tema dell’esposizione alle sostanze pericolose negli ambienti di lavoro, realizzando cinque obiettivi strategici:

  • Sensibilizzare i cittadini europei sull’importanza della prevenzione dei rischi derivanti dalle sostanze pericolose, attraverso una corretta informazione, con la presentazione di fatti e dati quantitativi sulle esposizioni a tali sostanze e sulle loro conseguenze per i lavoratori.
  • Promuovere la valutazione dei rischi, fornendo informazioni sugli strumenti pratici e sugli esempi di buone pratiche per gestire le problematiche emergenti, dall’eliminazione e sostituzione delle sostanze, all’attribuzione di priorità gerarchica alle misure di prevenzione.
  • Accrescere la consapevolezza sui rischi connessi all’esposizione ad agenti cancerogeni sul lavoro sostenendo la condivisione di buone pratiche e lo scambio di informazioni in linea con la tabella di marcia dell’UE sugli agenti cancerogeni.
  • Rivolgersi a gruppi di lavoratori con esigenze specifiche e livelli più elevati di rischio, ad esempio a causa della loro limitata conoscenza delle sostanze pericolose, fornendo informazioni personalizzate ed esempi di buone prassi.
  • Accrescere la conoscenza del quadro legislativo in atto per tutelare i lavoratori e porre l’accento sugli sviluppi politici.