Accredia / Agenda digitale / Convenzione con AgID per qualificare i conservatori, i gestori di identità digitale e gli operatori di servizi fiduciari

Convenzione con AgID per qualificare i conservatori, i gestori di identità digitale e gli operatori di servizi fiduciari

Notizia
29 luglio 2016

ACCREDIA e AgID, l’Agenzia per l’Italia Digitale, hanno siglato lo scorso 21 luglio una convenzione per attestare la competenza, attraverso l’accreditamento rilasciato da ACCREDIA, degli Organismi di certificazione che svolgono attività di valutazione della conformità in settori vigilati da AgID.

La collaborazione prevede che gli Organismi accreditati da ACCREDIA, in base alle norme tecniche internazionali applicabili, e verificati in conformità a specifiche regole e provvedimenti ai quali l’Ente di accreditamento e AgID stanno lavorando, rilasceranno le certificazioni dei “conservatori” e dei “gestori di identità digitale”.

Attraverso l’accreditamento, potranno così garantire al mercato la qualità e l’affidabilità dei servizi certificati di conservazione dei documenti informatici, ai sensi del D. Lgs n. 82 del 2005 e smi, e di gestione di identità digitale, che nell’ambito del nuovo sistema pubblico “SPID” forniranno a cittadini e aziende le credenziali da utilizzare per avere accesso ai servizi online delle Pubbliche Amministrazioni e delle imprese aderenti.

In quest’ambito, AgID rimarrà il responsabile finale della qualifica degli operatori dei servizi digitali e dell’attività istituzionale di vigilanza che ne deriverà.

Ma la collaborazione tra ACCREDIA e AgID non si ferma qui e riguarda anche le attività di formazione specialistica degli ispettori che svolgeranno le verifiche per attestare la competenza degli Organismi a rilasciare le certificazioni dei “conservatori” e dei “gestori di identità digitale”, nonché in una serie di nuovi ambiti.

Accredia infatti ha già avviato l’accreditamento degli Organismi di certificazione degli “operatori di servizi fiduciari”, che intendono ottenere la notifica alla Commissione Europea per operare a fronte del Regolamento UE 910/2014, noto come “eIDAS-Electronic IDentification Authentication and Signature”, in materia di identificazione elettronica e servizi fiduciari, che disciplina le modalità di qualifica degli operatori che presiedono all’apposizione della firma digitale, dei sigilli elettronici o marche temporali, per la convalida di documenti con valore probatorio.

Un settore, quello dell’autenticazione delle transazioni economiche che avvengono per via telematica, importante per il funzionamento del mercato unico europeo e dove il nostro Paese – tra i pochi a rispettare la data del 1° luglio 2016 di entrata in vigore del Regolamento – è leader in Europa, sia a livello normativo che operativo.

Ormai la maggior parte delle transazioni economiche avviene per via telematica; molteplici documenti in formato elettronico – come nel caso della fatturazione elettronica – acquistano valore probatorio e sono uno strumento per il funzionamento del mercato, sia ai fini fiscali che contrattuali. Per assicurare ad aziende e Cittadini la veridicità, validità, fruibilità contrattuale e probatoria di tali documenti, è necessario garantirne la non modificabilità, il non ripudio da parte degli estensori e la conservazione sicura. Occorre inoltre garantire sia l’integrità dei dati, sia la loro disponibilità, nonché la loro autorizzazione all’uso e l’eventuale requisito di riservatezza e rispetto della Privacy.

La collaborazione tra ACCREDIA e AgID pone dunque il Paese nelle condizioni di offrire al miglior livello possibile tali garanzie a Cittadini e imprese, e rafforza il ruolo svolto dall’Ente di accreditamento a supporto della Pubblica Amministrazione, che in questi anni si è dimostrata decisiva per la qualificazione degli operatori di valutazione della conformità, Organismi e Laboratori, in una serie di settori oggetto di Direttive comunitarie.